Benvenuti

L'ASSOCIAZIONE CONSUMATORI CODICI TORINO, Centro per i Diritti del Cittadino ha una Sede Regionale a Torino e uno Sportello a Susa. Presto saranno aperti altri sportelli.

Contattaci

Email TORINO: codici.torino@codici.org
Email SUSA: codici.susa@codici.org
Telefono unico regionale: 011 7933659
Mobile regionale: 347 5356436
Fax 011 19835775

Sede di Torino

Corso Lecce, 9 - 10145 Torino

Sportello di Susa

Via Palazzo di Città, 39 - 10059 Susa
347 5356436 info@aiutoconsumatori.it

Carta d’Identità Elettronica (CIE)

Carta Identità

La carta d’identità digitale introdotta l’anno scroso in via sperimentale in 199 Comuni dal 26 aprile 2017 viene estesa a tutte le amministrazioni; per verificare se il servizio è già attivo nel tuo Comune consulta il sito www.cartidentita.interno.gov.it.

Dove si può richiedere la carta d’identità digitale?

Al Comune di residenza nei casi di:
• primo rilascio
• deterioramento
• smarrimento o furto del documento di identificazione.

La durata della carta d’identità digitale varia secondo le fasce d’età : 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni; 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni; 10 anni per i maggiorenni. Il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera in formato cartaceo o in formato digitale (su un supporto USB), la fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto. È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione. La carta d’identità digitale si può richiedere anche prenotando via internet un appuntamento per il rilascio del documento. Il costo è di 16,79 euro cui si aggiungono i diritti fissi e di segreteria.
Conserva la ricevuta del pagamento e il nuovo documento ti verrà spedito a casa entro sei giorni lavorativi. Il nuovo documento, dello stesso formato di una carta di credito, andrà a sostituire il vecchio cartaceo e potrà essere utilizzato per viaggiare nei Paese dell’Unione europea e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi. Inoltre potrà essere utilizzata per richiedere una identità digitale sul sistema Spid (Sistema pubblico di identità digitale) che, utilizzata assieme alla Cie, permette l’accesso ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.