Benvenuti

L'ASSOCIAZIONE CONSUMATORI CODICI TORINO, Centro per i Diritti del Cittadino ha una Sede Regionale a Torino e uno Sportello a Susa. Presto saranno aperti altri sportelli.

Contattaci

Email TORINO: codici.torino@codici.org
Email SUSA: codici.susa@codici.org
Telefono unico regionale: 011 7933659
Mobile regionale: 347 5356436
Fax 011 19835775

Sede di Torino

Corso Lecce, 9 - 10145 Torino

Sportello di Susa

Via Palazzo di Città, 39 - 10059 Susa
347 5356436 info@aiutoconsumatori.it

Il Giudice di Pace

Giudice Pace

Il Giudice di Pace

Il Giudice di Pace, nell’ordinamento giudiziario italiano, è un magistrato onorario della Repubblica Italiana. La magistratura di pace è stata introdotta nel nostro ordinamento dalla L. n. 374/1991, come modificata dalla L. 468/1999, al fine di sostituire la figura del “vecchio” giudice conciliatore, nella materia civile. Pertanto, il giudice di pace, succedendo al giudice conciliatore, ne ha ereditato una caratteristica peculiare: ovvero quella di essere un giudice del piccolo contenzioso rendendo possibile una rapida risposta alle richieste di giustizia proprio per le cosiddette controversie minori. Inoltre, si sottolinea il ruolo deflattivo della giustizia di pace, in quanto il legislatore ha istituto la figura del giudice onorario al fine di consentire una riduzione del carico di lavoro dei giudici togati.

Gli uffici del giudice di pace a Torino sono ubicati in Viale dei Mughetti 22/4.

COMPETENZE
Il giudice di pace ha specifiche competenze in materia civile, penale e amministrativa.
In riferimento alla materia civile, il giudice di pace ha competenza esclusiva, qualunque sia il valore della controversia:
1) nelle cause relative ad apposizione di termini ed osservanza delle distanze stabilite dalla legge, dai regolamenti o dagli usi riguardo al piantamento degli alberi e delle siepi;
2) nelle cause relative alla misura ed alle modalità d’uso dei servizi di condominio di case; le cause relative alle modalità d’uso dei servizi di condominio si identificano ad es. nelle controversie riguardanti la sosta di un’autovettura negli spazi condominiali. Le cause relative alla misura degli stessi servizi hanno ad oggetto provvedimenti dell’assemblea o dell’amministratore che vanno ad incidere sulla misura del godimento riconosciuto ai singoli condomini.
3) nelle cause relative a rapporti tra proprietari o detentori di immobili adibiti a civile abitazione in materia di immissioni di fumo o di calore, esalazioni, rumori, scuotimenti e simili propagazioni che superino la normale tollerabilità;
4) nelle cause relative agli interessi o accessori da ritardato pagamento di prestazioni previdenziali o assistenziali.
Inoltre sempre in materia civile, la L.69/2009 ha ampliato sia la competenza per valore sia quella per materia del giudice di pace. Infatti quest’ultimo è competente per le cause di valore fino ad Euro 5.000, mentre se la controversia riguarda rimborsi danni da circolazione veicoli e natanti il valore della causa può arrivare fino ad Euro 20.000,00.
Per quanto riguarda la materia penale il D.Lgs. 274/2000 individua 16 delitti e 4 contravvenzioni di esclusiva competenza del giudice di pace, oltre ad un certo numero di reati previsti da leggi speciali. I delitti si individuano nei seguenti:
1)Percosse;
2) lesioni personali con prognosi inferiore a 20 giorni;
3) omissione di soccorso;
4) diffamazione (esclusa la diffamazione a mezzo stampa);
5) minaccia (perseguibile a querela di parte);
6) furto punibile a querela di parte;
7) usurpazione (perseguibile a querela di parte;
8) deviazione di acque o modificazione dello stato dei luoghi (perseguibile solo a querela di parte);
9) invasione di terreni o edifici (perseguibile solo a querela di parte);
10) danneggiamento (perseguibile solo a querela di parte);
11) introduzione o abbandono di animali su fondo altrui o pascolo abusivo (perseguibile solo a querela di parte);
12) ingresso abusivo nel fondo altrui (perseguibile solo a querela di parte);
13) uccisione o danneggiamento di animali altrui (ipotesi di cui al primo comma, perseguibile solo a querela di parte);
14) deturpamento e imbrattamento di cose altrui (perseguibile solo a querela di parte).
Contravvenzioni:
1)somministrazione di sostanze alcoliche a minori o a persona non in grado di intendere affetta da infermità psichica;
2) determinazione in altri dello stato di ubriachezza;
3) somministrazione di sostanze alcoliche a persona in evidente stato di ubriachezza;
4) inosservanza dell’obbligo di istruzione obbligatoria per i minori.
Si precisa che per azionare un procedimento penale avanti al giudice di pace è sempre necessaria l’assistenza di un legale.
Infine, per quanto riguarda la competenza amministrativa, al giudice di pace, si può presentare opposizione per sanzioni amministrative di importo inferiore ai Euro 15.493,71, mentre in relazione alle multe comminate ai sensi del codice della strada, il giudice di pace ha competenza esclusiva che prescinde dal valore della sanzione. Nell’ipotesi di ricorso contro le sanzioni per infrazione al codice della strada, si deve impugnare il verbale di accertamento della violazione amministrativa entro 30 giorni dalla data di notifica dello stesso. In caso di cartella esattoriale che viene inviata a seguito di una multa non pagata, il ricorso al giudice di pace deve essere presentato nello stesso termine di 30 giorni dalla data di notifica della stessa.
Il solo caso stabilito dal legislatore all’art. 82, comma 1 e 2, c.p.c., in cui le parti possono stare in giudizio davanti al giudice di pace senza il patrocinio di un difensore si individua nella cause di valore non superiore ad Euro 1.100,00.
La competenza territoriale appartiene al giudice del luogo in cui è stata commessa l’infrazione ed è retta dal principio di inderogabilità, vale a dire dal divieto delle parti di introdurre la causa dinanzi al giudice territorialmente non competente. Si precisa che è in atto una modifica in merito alla magistratura onoraria che prevede un ampliamento delle competenze del giudice di pace.